Ambiente rustico di montagna, caratterizzato dal massiccio impiego del legno sia negli arredi che nei soffitti con travi a vista. La pizzeria si compone di 3 salette interne, tutte dotate di finestre, e di una veranda con vista sul torrente, utilizzata principalmente d'estate ma comunque riscaldabile durante l’inverno, ed è in grado di ospitare complessivamente circa 90 persone. Non disponiamo di parcheggio privato, ne di aria condizionata (siamo in montagna, è sufficiente tenere aperte le finestre...).

Aperto nell'aprile del 1960 come trattoria dai genitori Bruno ed Elsa, il locale è stato successivamente trasformato in pizzeria nel 1982 dal figlio Sandro con l'aggiunta di un forno a legna tradizionale (poi sostituito nel '98 con uno rotante computerizzato, sempre a legna). Dopo 5 anni di chiusura e i necessari restauri, la pizzeria è stata definitivamente riaperta nel 1992, mentre nel 2002 ha subito importanti lavori di ampliamento. Nelle immagini è possibile vedere come si presenta oggi.